Lettera a G. Epifani

PD-LogoSegreteria nazionale Svizzera

Al segretario nazionale
Segreteria nazionale del Partito democratico
Svizzera On. Guglielmo Epifani
I – Roma

Tägerwilen, 21 agosto 2013

Gentile Segretario, caro Guglielmo
Le preoccupanti notizie, che da mesi ci giungono incessante-mente dal nostro Paese sulla tenuta del governo guidato da Enrico Letta, oltre che a rendere incerta la nostra Comunità e l’opinione pubblica svizzera per il futuro politico ed economico dell’Italia, provocano un ripugnante sentimento di apatia verso le continue provocazioni del Senatore Silvio Berlusconi, interessato essenzialmente più ad un salvacondotto per evitare di espiare le condanne inflittagli dal Tribunale di Milano, che alle sorti dell’Italia.
I nostri dirigenti, iscritti, simpatizzanti, le elettrici e gli elettori in Svizzera, in questa fase difficile della storia repubblicana, chiedono ai dirigenti nazionali del Partito Democratico e ai nostri parlamentari di avere finalmente un comportamento deciso, chiaro, fermo e degno per far affermare in Italia quei principi democratici, che contraddistinguono un paese civile nel quale vengano garantiti lo stato di diritto e la divisione dei poteri.
Caro segretario ti chiediamo che, il giorno in cui in Commissione e in Parlamento gli eletti del Partito Democratico saranno chiamati ad esprimersi sulla sentenza del Presidente di Forza Italia, votino all’unanimità per il rispetto dei principi fondativi della nostra Repubblica, e che con convinzione rendano esplicita l’attuazione del dispositivo contenuto nella sentenza della Cassazione, decidendo di procedere per l’assegnazione di Berlusconi agli arresti domiciliari o ai servizi sociali e l’interdizione dai pubblici uffici.
Non è più tempo per la grazia né per l’agibilità politica dei potenti, caro Segretario, perché l’Italia se non cambia soccomberà. Ora la responsabilità, l’onere e l’onore, ricadono sulle spalle del Partito democratico, la prima forza politica del Paese. Tocca a noi dimostrare di essere all’altezza dell’arduo compito, altrimenti – pur nelle ripetute contraddizioni di questi ultimi mesi – non avrebbe alcun senso sostenere il lavoro che è stato affidato al Presidente del consiglio Enrico Letta.

Mi è gradita l’occasione, caro Segretario, assieme alle preoccupazione dei nostri dirigenti, iscritti e simpatizzanti per ringraziarTi per il lavoro che stai svolgendo e per inviarTi i nostri più distinti saluti.

Michele Schiavone

 Segreterio nazionale PD-Svizzera

Badenerstrasse 18 8953 Dietikon info@pd-svizzera.ch Tel. 0041 (0) 44 740 1517 www.pd-svizzera.ch